MENU
Menu
ASCENSORI ANTINCENDIO: LE NORME DI SICUREZZA

ASCENSORI ANTINCENDIO: LE NORME DI SICUREZZA

La normativa antincendio regola l’installazione e la manutenzione degli ascensori antincendio affinché siano rispettati i requisiti essenziali di sicurezza

Gli ascensori antincendio sono speciali impianti di sollevamento progettati per essere utilizzati non solo nella quotidianità dalle persone comuni, ma anche dai Vigili del Fuoco in caso di emergenza. Questi ascensori sono dotati di sistemi di segnalazione e protezione per garantire la sicurezza dei passeggeri. L’ascensore antincendio è quindi studiato per rimanere operativo il più al lungo possibile in caso di incendio e nell’eventualità in cui ci sia presenza di acqua.

Gli impianti di sollevamento dedicati all’uscita antincendio sono regolamentati dall’aggiornamento del Decreto del Ministero dell’Interno del 15 settembre 2005.

 

Le caratteristiche degli ascensori antincendio

ascensori antincendio

Perché un ascensore possa definirsi antincendio deve presentare alcune, precise caratteristiche.

  • Le pareti, il pavimento e il soffitto della cabina degli ascensori antincendio devono essere realizzati con materiale on combustibile.
  • Il vano di corsa deve essere a prova di fumo. Le pareti del vano devono cioè essere separate dal resto dell’edificio a tutti i piani e su tutte le aperture mediante un filtro a prova di fumo.
  • Il vano di corsa, il locale e gli spazi del macchinario e le aree di lavoro devono essere distinti da quelli di eventuali altri ascensori. Devono quindi costituire un compartimento separato e singolo.
  • La compartimentazione deve riguardare le pareti del vano corsa, comprese le porte del piano, le porte di soccorso e i portelli di ispezione, le pareti del macchinario, le pareti dell’eventuale locale delle pulegge di rinvio, gli spazi del macchinario e le aree di lavoro del vano.
  • Nel caso in cui il locale e gli spazi del macchinario e le aree di lavoro del vano siano disposti al di fuori del vano corsa, essi devono avere una resistenza al fuoco pari a quella del compartimento del vano corsa o non inferiore a REI 60.

 

I filtri a prova di fumo

ascensori antincendio

I filtri a prova di fumo altro non sono che dei locali delimitati da pareti e porte taglia fuoco che, in caso di incendio, impedisce che i fumi e i gas di combustione provenienti dal compartimento adiacente invadano l’area.

Il filtro a prova di fumo deve essere unico sia per l’accesso alle scale, sia per l’impianto di sollevamento degli ascensori antincendio. La norma prevede inoltre che, ad ogni piano e per ogni vano all’uscita dell’ascensore, sia prevista un’area che consenta l’accesso, non inferiore ai 5 mq. Quest’area deve essere aperta o esterna all’edificio. Nel caso in cui si interna, deve a sua volta essere protetta da filtro a prova di fumo e deve garantire una resistenza al fuoco non inferiore a REI 60.

 

Progettazione e installazione degli ascensori antincendio

ascensori antincendio

Le norme stabiliscono regole precise da tenere in conto durante la progettazione e l’installazione degli ascensori antincendio. Tali regole, che si applicano sia nel caso di impianti elettrici che di sistemi idraulici, hanno lo scopo di migliorare i requisiti di sicurezza a favore degli utenti e del personale addetto alla manutenzione.

La cosa importante da ricordare in fase di progettazione e installazione, è che la norma vieta il passaggio di tubature o installazioni nel vano corsa e nel locale macchinario. I fori di passaggio delle funi o dei cavi devono inoltre avere le dimensioni minime indispensabili.

È bene anche ricordare che, come tutti gli impianti di sollevamento, anche gli ascensori antincendio necessitano di una manutenzione sistematica perché sia garantita la sicurezza e la funzionalità dell’impianto.